Anahata, quarto chakra, centro del perdono e di ogni sentimento, Asaad.

Ci sono molti modi per descrivere il Chakra Del Cuore, centro energetico che come suggerisce il nome si trova all’altezza del cuore e regola funziona psicologiche e fisiologiche dell’essere umano di grande valore e importanza.

Se questi temi ti interessano, nel corso delle tue ricerche ti sarai sicuramente imbattuto in una frase piuttosto ‘classica’ e che recita più o meno così: ‘per stare bene devi fare l’apertura del chakra del cuore’.

Sì, scrivo frase perché questo è diventato quasi un modo di dire, e lo trovi non solo nei siti web e negli articoli di approfondimento di carta e online, ma soprattutto nella pubblicità di corsi ed eventi, che naturalmente si tengono a pagamento.

L’apertura del chakra del cuore ti viene spesso promessa come la risoluzione madre, come la pratica che ti permette di ritrovare la calma e favorire il recupero energetico, di liberare sentimenti come la gioia, la serenità e l’empatia, nonché di portare benessere al sistema circolatorio, al fegato e ai polmoni dal punto di vista fisiologico.

Di fronte a tante succose promesse aprire un chakra diventa alettante, soprattutto se prezioso e blasonato come il chakra del cuore.

Da sempre, infatti, sei portato ad associare la parola cuore ad un significato ampio, che tocca i sentimenti e quindi la vita di coppia e le relazioni con le altre persone. Roba che scotta…

Aprire il cento che comanda queste emozioni e poterle migliorare diventa una promessa vincente dal punto di vista comunicativo e molto, molto appetitosa se ti stai avvicinando da poco a queste tematiche.

E il tutto è molto spesso a pagamento, ti chiedono di seguire corsi, seminari e laboratori che inneggiano a questa apertura spacciandotela come una vera e propria soluzione per i tuoi problemi di vita.

Perché è naturale pensare che aprendo il chakra del cuore una volta, poi resterà aperto per tutta la vita e potrai finalmente godere della felicità, dell’abbondanza e della pace che stai cercando.

No, la realtà è molto diversa, e non ho paura a definire tutto questo fondamentalmente una truffa, perché le cose non stanno proprio così.

O meglio: c’è una parte di verità in ciò che viene proclamato in corsi, laboratori, articoli di questo genere, ma si tratta di qualcosa di molto limitante e che non risponde in assoluto alla verità delle cose.

E ora ti spiego perché.

Giusto per cominciare i chakra non funzionano in questo modo, non si aprono una volta che è buona per sempre e se sei una persona in grado di percepire le energie ne sarai già consapevole.

Se stai raffinando il tuo percorso di conoscenza è importante che tu sappia che in natura i chakra dovrebbero sempre essere molto attivi e se si chiudono è perché puoi avere vissuto degli eventi o delle situazioni che sono state registrate nel tuo inconscio energetico e che di conseguenza ti stanno bloccando e limitando.

Certo, io posso impiegare le mie energie per aprire uno dei miei chakra (anche quello del cuore) ma se una volta aperto non avviene un cambiamento di qualche tipo… beh, in pochissimi minuti il mio chakra tornerà allo stato precedente.

Quello che voglio farti capire è che per “aprire un chakra” con una tecnica energetica avanzata ci vogliono 2 minuti, è molto semplice. Tuttavia lo stesso chakra tornerà al suo stato energetico precedente nel giro di pochi minuti, al massimo poche ore.

Ecco che se ‘credi’ e ‘pratichi’ un’apertura del chakra del cuore fine a sé stessa puoi trovarti in una situazione spiacevole, perché hai speso denaro, tempo ed energie senza ottenere nulla di concreto.

E scoprirti triste, forse anche più di prima e frustrato perché hai difficoltà ad esprimere i tuoi sentimenti e non hai trovato la soluzione risolutiva, ma solo una provvisoria che ti è servita a poco niente.

Ok, allora quale è la soluzione giusta da seguire?

La strada maestra per “aprire” il chakra del cuore (e tutti gli altri) è lavorare sui tuoi schemi e sui tuoi traumi energetici.

E mai tutto in una volta, perché Roma non è stata costruita in un giorno e anche tu devi darti il tempo di conoscerti e di dissolvere gli schemi di pensiero sabotanti che ti stanno imprigionando e che nella pratica stanno bloccando i tuoi centri energetici.

Dissolvendo via via gli schemi negativi i chakra si riattivano da soli e ritornano a “splendere” energeticamente come quando eri bambino.

La mia posizione, anche se può sembrarti ferma è quindi questa: nessun guru in questo pianeta può “aprire” i tuoi chakra senza che ci sai da parte tua un percorso di crescita, di pulizia e di riequilibrio energetico.

E la conseguenza di questo è splendida, credimi, perché nel momento in cui la metti in pratica non avrai bisogno di alcun intervento esterno, ma saprai come lavorare su te stesso in autonomia e con gli strumenti più utili per raggiungere il tuo scopo.

Se ora il tuo scopo è imparare come farlo da solo e apprendere un sistema di misurazione delle energie che ti permette di imparare a sentirle VERAMENTE sappi che chiunque è in grado di percepire le energie sottili, con il giusto allenamento.

Potrai così decidere da solo, e non farti più ingannare dalle sciocchezze che troppo spesso vengono scritte su internet, senza un minimo di verifica, ma iniziando un percorso pratico che ti permette di comprendere quale è la verità grazie alle tue percezioni.

Perché ricorda: tutto parte da te stesso e c’è una sola persona in questo pianeta che può scrivere il tuo destino, e quella persona sei tu.

Il tuo potere di percezione

Ho creato una raccolta essenziale di tutti i migliori esercizi per sviluppare la percezione delle Energie Sottili.

Puoi richiedere l’accesso alla guida gratuitamente da questo ==> LINK oppure cliccando sull’immagine qui di seguito:


esercizi energie

Buono studio!

Piaciuto l'articolo?

Condividilo con i tuoi amici su Facebook!