Alcune persone mi hanno recentemente fatto delle domande che hanno a che fare degli animali che adoro (ne ho due anch’io): “L’energia dei gatti esiste?”

E ancora: “È vero che i gatti vedono le energie sottili?”

“È vero che i loro baffi sono antenne per vedere il mondo invisibile ai nostri occhi?”

Ora: sarà capitato anche a te di vedere un gatto fissare dei punti dove, apparentemente, non c’è nulla.

E non dico fissare così a caso… ma con l’occhio vivace che ti fa pensare che là, proprio là dove stanno guardando, c’è qualcosa che merita tutta la tua attenzione.

Oppure vedere il gatto che si acciambella in un posto particolare della stanza, magari sopra un mobile irraggiungibile o in un angolo dimenticato, restando lì per un po’.

Capita, eccome, e questi comportamenti tipici dei gatti possono apparire inspiegabili in un’ottica fisica.

È quindi naturale che anche tu ti ponga delle domande come ad esempio: “Il gatto starà percependo qualcosa del mondo invisibile oppure è un caso che fissi quel punto?”

Ma soprattutto: “Come posso fare per verificare questa cosa?”

L’Energia dei Gatti È Storica

Prima di darci una risposta c’è una storia che mi è sempre piaciuta sull’energia dei gatti e sulla loro capacità di percepire le energie sottili.

Si svolge in Egitto.

Immagino ti sarà capitato di vedere delle immagini della dea Bastet, raffigurata come un gatto. La storia ha nel tempo mescolato le culture e la dea Bastet è stata paragonata nella tradizione greca alla dea Artemide, protettrice della famiglia e raffigurata come una donna con la testa di gatto.

Bastet, nella cultura del tempo teneva in mano un amuleto raffigurante un occhio, l’Udjat o occhio di Ra che sono certo avrai visto in giro.

Ora, questa immagine è per eccellenza legata alla protezione, soprattutto della casa e se ti stai chiedendo “protezione da cosa”… la risposta è dalle energie negative.

Che noi chiamiamo congestioni sottili perché sappiamo di cosa stiamo parlando.

Ecco, volevo raccontarti questa breve storia se già non la conosci per dirti che sì, a mio avviso l’energia del gatto esiste eccome, sia perché gli appartiene di natura, ma anche perché è in grado di percepire le energie sottili e di comportarsi di conseguenza.

Qui abbiamo però un problema, ovvero: “Come puoi capire come il gatto percepisce le energie sottili e comportarti anche tu di conseguenza? Ovvero comprendere se sta evitando dei posti o ne preferisce altri?”

La risposta sta nel fatto che anche tu devi essere in grado di percepire le energie, così puoi allinearti all’energia dei gatti e comprenderla a fondo, soprattutto in casa.

Per riuscirci puoi sfruttare la mia tecnica preferita, il Palming Energetico che è la percezione delle energie sottili attraverso l’uso delle mani.

Io sono andato a verificare da quando vivo con due gatti ed ho scoperto qualcosa di molto interessante.

Ad esempio, quando i miei gatti si fermano a fissare qualche angolo del soffitto vado a testare col Palming se effettivamente lì c’è qualche forma pensiero particolare, e di solito la trovo.

Inoltre ho testato se ci fossero nodi di Hartmann dove i miei gatti sono soliti andare a dormire, e mi sono accorto che sono bravissimi ad evitarli e spesso trovano punti particolarmente energetici dove fermarsi.

La bella notizia è che anche tu puoi fare lo stesso imparando la tecnica del Palming, per poter misurare le energie sottili della tua casa, anche dei posti che i gatti frequentano.

Perché il Palming ti permette di fare delle misurazioni semplici e precise proprio lì sul posto e sul momento, utilizzando semplicemente le tue mani e le tue conoscenze.

Risveglia il Tuo Palming

Se desideri imparare il Palming Energetico ma non sai da dove iniziare, innanzitutto non preoccuparti perché si tratta di qualcosa che è innato in tutti gli esseri umani, te compreso.

Ciò che devi fare è risvegliarlo per poterne fare uso nelle situazioni che desideri, e ogni qualvolta vuoi misurare le energie sottili di un posto, di una persona e in questo caso anche di un animale, come l’energia dei gatti.

Il Palming ti permette infatti di verificare se dove il tuo gatto sta guardando c’è effettivamente una situazione energetica di un certo tipo, che può essere pura oppure congesta.

Se è pura puoi beneficiarne, mentre se è congesta puoi lavorarci con le tue tecniche abituali per ristabilire l’equilibrio.

Allo stesso tempo puoi capire perché il tuo gatto evita un certo posto, magari il cuscino che tu stesso gli hai preparato con amore.

E scoprire che in quel determinato punto della casa c’è un nodo energetico o una concentrazione di energie congeste.

Misurando il luogo grazie al Palming potrai individuare e quindi sciogliere le energie congeste, capendo finalmente perché il tuo gatto non è mai voluto andare in un certo punto, anche se gli mettevi dei bocconcini prelibati di cibo o lo chiamavi con insistente affetto.

E questa è solo una minima parte di ciò che puoi fare grazie al Palming e di cui ti parlo oggi nello specifico perché stiamo trattando questo argomento.

Il Palming ti permette di accedere al campo informazionale dell’universo e di rilevare le energie sottili grazie all’uso delle tue mani.

Se ciò che desideri è risvegliarlo per farne uso ti invito a consultare la Guida Gratuita per imparare a percepire le Energie Sottili.

È una guida semplice da leggere (puoi farlo da ogni tuo dispositivo digitale come il computer, lo smartphone e il tablet) e periodicamente ci aggiungo dei nuovi esercizi per renderla più completa.

Puoi leggerla cliccando su questo ==> LINK o sull’immagine che trovi qui sotto.


esercizi energie

Piaciuto l'articolo?

Condividilo con i tuoi amici su Facebook!