Spesso le persone mi chiedono come è possibile inviare e, viceversa, ricevere energie positive.

Sarà capitato anche a te di voler inviare energie positive alle altre persone (soprattutto a chi vuoi bene) e immagino che certe volte e in certe occasioni… avrai sentito di averne bisogno.

Ad esempio quando ti senti strano e un po’ allarmato, quando percepisci che qualcosa attorno a te non sta andando nel verso giusto e vuoi uscirne, perché avverti una sensazione di malessere e ‘malstare‘, che nei peggiori casi può sfociare nella paura che le cose precipitino e che ti sfuggano di mano.

Puoi pensare di avere bisogno di energie positive quando stai vivendo un periodo della tua vita particolarmente difficile, quando ti senti davvero sfortunato perché sembrano capitare tutte a te o niente, nella vita, va nel verso giusto.

O ancora quando le altre persone cercano di scaricare su di te tutti i loro problemi e i loro malesseri, facendoti perdere il sorriso ma, ancor più importante, tentandoti in un vortice di negatività che persiste e non ti da tregua.

Attrarre energie positive è utile?

La soluzione a tutto questo può essere quella di attrarre energie positive?

Siediti un attimo se sei in piedi o tieniti per un momento forte nella sedia, perché la mia risposta è no, non lo è.

O meglio, ti rispondo di no perché il primo, fondamentale problema che devi capire, è che parlare di energie positive o energie negative è un gioco da operatori inesperti, incapaci oppure truffatori.

Ti ho scosso?

Come ti ho spiegato in altri articoli, in un approccio serio alle energie sottili non esistono energie positive o energie negative, in quanto stiamo parlando di concetti assolutamente soggettivi.

In altre parole ciò che è positivo per te potrebbe essere negativo per me, e viceversa.

Le Energie Sottili non sono soggettive

Se tu trovi positivo avere una vivace vita sociale alla sera, per me ad esempio può essere frustrante perché sono una persona che ama andare a letto presto, con le galline (o viceversa, in realtà sono sempre stato un tiratardi..)

Oppure io posso trovare positivo il fatto di avere una relazione stabile, quando per te ciò che conta in assoluto è la libertà di non avere vincoli.

Questo perché non solo il positivo e il negativo sono percezioni assolutamente personali, ma sono molto variabili nel corso del tempo. Oggi per me è positivo essere una persona sentimentalmente libera, mentre fra un po’ di tempo potrebbe essere positivo avere una relazione stabile… e così via.

Ecco che la soluzione arriva da un approccio sensato, che parte da presupposti oggettivi e non personali e che si traduce nelle ‘energie pure’ o pulite, in contrapposizione alle energie cosiddette congeste.

Se impari ad utilizzare questi concetti e questa visione puoi iniziare oggettivamente a capire le energie e di conseguenza quale è il loro comportamento.

Perché questo approccio non solo ti permette di comprendere il funzionamento reale delle energie, ma se ciò che desideri è attrarre attorno a te energie pure e liberarti dalle congestioni sottili è più facile per te raggiungere il risultato che vuoi ottenere.

E attenzione, perché questo non vale solo per le persone che ti circondano o con le quali hai a che fare nel corso delle tue giornate, ma anche per l’ambiente che ti circonda.

La tua casa, il tuo posto di lavoro, il luogo dove scegli di meditare o di praticare uno certo sport o disciplina…

Un Passo In Più: il Palming

Ora che hai compreso quali sono le differenze fra le energie ‘positive’ e le ‘energie negative’ e come chiamarle con il giusto nome (energie pulite e congestioni) sei pronto per fare un passo in più.

Puoi infatti capire più facilmente come attrarre nella tua vita l’energia che cerchi.

In che modo? Ti starai chiedendo…

La risposta arriva dal Palming, la capacità di percepire le energie sottili con l’uso dello strumento che più ti è vicino e semplice da usare: le tue mani.

Affinando il tuo palming puoi innanzitutto testare se attorno a te o dentro di te albergano delle congestioni e, di conseguenza, dedicarti alla parte più importante: ripulire te stesso e il tuo ambiente da più congestioni possibili.

Ovviamente puoi farlo fino a dove riesci, perché tutto dipende dal tuo grado di preparazione in campo energico.

Tuttavia ho alcuni preziosi consigli da darti:

– Per la pulizia energetica della tua casa esistono dei dispositivi specifici, ne esistono di vari tipi e te ne parlerò in un articolo dedicato, perché è un argomento che mi sta a cuore;

– per la tua personale pulizia energetica (fondamentale per allontanare da te e dai tuoi cari le negatività) ci sono diverse tecniche che puoi mettere in campo e, come sempre, alcune sono più valide di altre.

Se sei già un operatore olistico, grazie al palming puoi testare in modo pratico e preciso se la tecnica che stai usando funziona, misurando al momento le tue congestioni.

Se invece non sei un operatore olistico puoi iniziare praticando la tecnica del ‘pensiero positivo’.

Si tratta di una tecnica molto interessante, ecco 5 consigli utili per applicarla meglio:

1- Cerca sempre di trovare il lato positivo in tutto ciò che ti accade: so che non è sempre facile riuscirci ma credimi, anche negli eventi più difficili c’è della luce e se ti alleni a cercarla, diverrà via via sempre più forte e brillante;

2- Non opporti agli eventi della vita ma lasciali fluire e permetti all’universo di guidarti verso i tuoi obiettivi (nulla accade per caso);

3- Smetti di lamentarti, soprattutto degli altri: ricordati che nessuno vuole avere vicino una persona ‘lamentosa‘ e se ti viene la tentazione di farlo cerca di usare il patrimonio di energie che sprechi lamentandoti cercando e trovando quello che puoi migliorare su di te;

4- Usa la Tecnica del Fuoco: quando un pensiero ti disturba, immagina di avvolgerlo in un bozzo e nella tua mente spediscilo in un grande fuoco, finché non sarà ridotto in cenere;

5- Prova amore e gratitudine per tutto ciò che puoi: ricorda, la gratitudine è uno strumento potentissimo che hai a tua disposizione per riconciliarti con tutto ciò che ti circonda e per aprire le strade al fluire delle energie positive.

Questi accorgimenti ti aiuteranno fin da subito a ripulirti dalle congestioni e portare quindi nella tua vita energia pura e quindi “positività”.

A questo punto, come al solito, hai compreso che l’unico modo che hai per riconoscere le energie sottili e capire se sono “pure” o “congeste”, è avere un metodo di misurazione efficace.

Grazie al Palming puoi percepire con le tue stesse mani le energie sottili, e capire immediatamente se sono energie benefiche o meno per il tuo sistema energetico.

Non parlo di sensazioni vaghe o intuizioni generiche, intendo proprio MISURARE con le mani la quantità e qualità di energia di quello che stai “testando”.

Sono riuscito a farti cambiare visione sulle energie positive e a indirizzarti verso una reale concezione oggettiva quindi adatta ad essere lavorata?

Raccolta di Esercizi

Se anche tu desideri risvegliare il Palming, ovvero la capacità di percepire le Energie Sottili che è innata dentro di te, c’è un regalo che ti aspetta.

Ho creato una raccolta essenziale dei migliori esercizi che ti servono per iniziare a sviluppare la percezione delle Energie Sottili.

La raccolta è in continuo aggiornamento e aggiungo di volta in volta nuovi esercizi. Ma tu potrai seguirli e praticarli tutti perché la guida è visualizzabile online, dal tuo Computer, Tablet e anche dal tuo Smartphone.

Così potrai consultarla in ogni momento, e vedrai sempre tutti gli esercizi aggiornati, compresi gli ultimi inseriti

Se desideri accedere alla guida gratuitamente clicca su questo ==> LINK oppure sull’immagine qui di seguito:


esercizi energie

Buono studio!

Piaciuto l'articolo?

Condividilo con i tuoi amici su Facebook!