Sento spesso parlare del rapporto colori aura e mi sono accorto che c’è molta confusione in giro, soprattutto sul web dove già il concetto di aura è spesso mal spiegato o arrangiato.

In questo articolo ti ho illustrato cos’è l’aura o campo aurico e come anche tu puoi percepirla energeticamente.

Ma ti sei mai chiesto che colori ha la tua aura?

Questa domanda non è solo affascinante, ma ti permette con il giusto metodo di misurazione di comprendere a fondo quali sono le energie presenti e, di conseguenza, procedere con il tuo metodo preferito per lavorarci su.

Colori Aura: Cosa Sono

Iniziamo dal principio: i colori dell’aura sono in realtà l’espressione di una particolare vibrazione.

In altre parole, il rapporto colori aura è la rappresentazione visiva di una frequenza, che può variare in base a chi la ‘vede’.

I chiaroveggenti (quelli veri eh!) sono persone in grado di vedere i colori dell’aura, perché hanno attivato la vista sottile, come ti ho spiegato in questo articolo.

Ci sono inoltre delle apparecchiature speciali che sono in grado di fotografare i colori dell’aura.

Anche in questo caso non c’è nulla di straordinario, perché si tratta di rappresentazioni, ovvero di ricostruzioni di un programma che ti mostra ciò che ha rilevato.

Questo per dirti che il rapporto colori aura può cambiare, soprattutto in base a chi lo vede e lo rappresenta.

Può trattarsi di un chiaroveggente, di un’apparecchiatura o…di te stesso!

Ciò che conta è comprendere che se vuoi fare un prima-dopo per vedere i cambiamenti dei colori aura, devi farlo con la stessa persona o apparecchiatura.

Le Variazioni del Campo Aurico

A questa prima specifica se ne aggiunge un’altra di fondamentale.

Il tuo campo aurico cambia continuamente in base a:

  • il tuo umore
  • le tue condizioni fisiche
  • le tue condizioni mentali
  • le condizioni ambientali
  • il tuo stato d’animo

Niente male vero?

Questo significa che se ad esempio ti svegli la mattina, bevi il tuo te e sei in un posto che percepisci sicuro e confortevole come la tua casa, il rapporto colori aura può essere di un certo tipo e, in altre parole, la tua aura avrà un determinato colore.

Ok, dopo avere fatto colazione ti alzi dal tavolo e vai al lavoro.

È un ambiente che (per esempio) da qualche tempo a questa parte percepisci come stressante e caotico.

Il luogo non ti piace perché hanno acceso troppo l’aria condizionata oppure fa troppo caldo.

Sono cambiate le condizioni ambientali.

È cambiato il tuo stato d’animo.

Sono cambiate anche le tue condizioni fisiche, perché a causa dello stress che il posto di lavoro ti fa avvertire puoi ad esempio accelerare i battiti del cuore, sudare di più, anche sentire i muscoli meno forti e reattivi.

Occhio: ovviamente cambiano anche le condizioni mentali e avrai già capito il perché.

Non voglio dilungarmi con questo esempio, ma volevo che fosse il più specifico possibile per farti capire che il colore dell’aura può cambiare per cause molto reali e oggettive.

I Colori dell’Aura e i Chakra

E ora veniamo ad una delle parti che preferisco, ovvero la relazione fra il colore dell’aura e i chakra.

In base al colore predominante che compare nel tuo campo aurico, puoi farti un’idea di quale chakra sta influenzando maggiormente la tua aura.

E in base al chakra, capire quali emozioni, funzioni, stati d’animo, situazioni e anche atteggiamenti ti stanno influenzato in un preciso momento.

Tornando all’esempio di prima, mettiamo il caso che da qualche settimana al lavoro percepisci che qualcosa che non quadra, ma non sai ancora darle un nome.

Scoprendo quale chakra sta influenzando la tua aura potresti scoprire che si tratta ad esempio di tristezza, perché l’azienda dove lavori non ha raggiunto un certo obiettivo, oppure rabbia perché qualcuno ti sta mettendo i bastoni fra le ruote e impedisce al tuo progetto di evolvere…e moltissime altre cose.

Ovviamente sta a te interpretare le emozioni e dare loro non solo un nome, ma associarle anche alla causa che le ha generate.

Ma ciò che conta è riconoscerle per poterci porre rimedio, non trovi?

Ecco che se sei curioso di capire che colore ha la tua aura non puoi verificarlo una volta e basta.

Devi piuttosto farlo periodicamente, in modo da vedere (e ben capire) i cambiamenti che riscontri.

Ad esempio dopo che hai fatto un certo trattamento energetico, o dopo un mese di impiego di fiori di Bach specifici, o dopo avere fatto un massaggio shiatsu, o dopo avere cambiato il colore di una parete di casa.

E ora la domanda da un milione di dollari…come faccio a misurarlo?

Io lo faccio da sempre con il Palming Energetico, la mia tecnica preferita di misurazione delle energie sottili.

Il Palming è infatti una tecnica straordinaria, perché ti permette di percepire il campo aurico e di misurarne direttamente i colori.

Con il palming puoi percepire direttamente con il palmo della mano quanto ‘rosso’ sottile, quanto ”giallo’ sottile, e ancora arancio, verde azzurro, blu, viola ecc…sono presenti nel tuo campo aurico in un certo momento della tua vita e in un determinato luogo.

Non ti servono apparecchi o chiaroveggenti a portata di mano. 😉

Ciò che ti serve sono le tue mani, che hai sempre con te e l’abilità di effettuare la misurazione energetica.

Risveglia Adesso il Tuo Palming

Come ti ho spiegato negli altri articoli del blog, il palming è qualcosa di innato nell’essere umano, qualcosa che tutti noi possediamo, te compreso.

Ciò che conta è risvegliarlo, per poterlo usare quando desideriamo e quando più ci serve.

In questo caso, se vuoi effettuare una misurazione dei colori dell’aura dopo avere fatto un certo trattamento energetico puoi farlo con il palming e verificarne i risultati direttamente nel campo aurico.

Inoltre il palming ti permette di agire anche sulle altre persone, quindi di lavorare sul rapporto colori aura di chi te lo chiede, effettuando una misurazione precisa dopo un trattamento.

Per risvegliare il palming ho preparato una serie di esercizi specifici, che puoi consultare nella guida gratuita per imparare a percepire le energie sottili.

Si tratta di una guida di facile consultazione, disponibile per ogni dispositivo quindi computer, tablet e smartphone, da leggere dove desideri.

In più periodicamente ci aggiungo degli esercizi nuovi, per renderla più completa e permetterti di iniziare al meglio il tuo percorso di apprendimento.

Puoi consultarla cliccando su questo ==> LINK o sull’immagine che trovi qui sotto.


esercizi energie

Piaciuto l'articolo?

Condividilo con i tuoi amici su Facebook!